Nuovo Polo Chirurgico dell'Ospedale Pediatrico MAS CHILDREN

Marco Berry Onlus Magic for Children

PICCOLO FRATELLO
  • Scuola
  • Sanita
  • Assistenza
  • Ricerca
  • Diritti
bambini aiutati 600
  • Finanziato
  • In corso
  • Realizzato
10.000€ Contributo della Fondazione

Obiettivo. Descrizione sintetica del progetto: Ancora oggi, nel Somaliland, i bimbi continuano a morire per patologie semplici come l’appendicite. Alcune procedure vengono occasionalmente attuate da chirurghi dell’adulto in altri ospedali, ma procedure complesse e adeguati trattamenti pre e postoperatori non sono disponibili. L'apertura di un Polo Chirurgico all'interno del MAS CTH (già attivo gratuitamente dal 2013) consentirebbe di curare le patologie chirurgiche in modo completo. Il progetto si c...

I° Fase – Blocco Chirurgico (conclusione entro 30 giugno 2016)

Il cosiddetto Padiglione Blue è l’unica struttura non completata nel MAS CTH. Misura circa 250mq. ed è a rustico con impiantistica prevista. È concepito al suo interno in maniera tale da trasformarla in un adeguato blocco chirurgico con aggiustamenti edilizi e degli impianti (si allega progetto nell’area “Galleria Immagini”).


Il blocco avrà:

– Una sala operatoria di dimensioni adeguate (5×6 m),

– Una seconda piccola sala operatoria per cesarei e piccola chirurgia,

– Una sala per degenza pre e postoperatorio,

– Una zona di sterilizzazione con due comparti ed un deposito,

– Zone separate per lo sporco e per il pulito.


II° Fase – Fornitura apparecchiature (conclusione entro 31 agosto 2016)

Parte delle apparecchiature, strumentario chirurgico e mobili saranno forniti gratuitamente dall’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino. Sarà materiale di buona qualità di seconda mano, in parte da riparare da centri specializzati.

Occorrerà acquistare un sistema di climatizzazione filtrata, dei monitor, un’apparecchiatura radiologica ed altri strumenti, inizialmente presi in prestito dall’adiacente Ospedale pubblico.


III° Fase – Attività Chirurgica (operativa dal settembre 2016)

Start-Up. Il sistema sarà testato e la terapia pre e postchirurgica sarà organizzata con la collaborazione dell’ospedale MAS CHILDREN attivo. I primi interventi saranno “semplici” (Ernie, Appendiciti, Meckel, Stenosi Ipertrofica del Piloro, Criptorchidismo etc.).


Chirurghi e Infermieri italiani e di altre nazioni europee verranno da volontari e coordineranno il sistema con missioni periodiche. Previste, dopo l’iniziale test, operazioni più complesse: addominali, urologiche, ortopediche, labio-palatine etc. verranno introdotte appena possibile nell’attività in accordo con la crescita degli aspiranti chirurghi locali.

Il personale locale sarà composto da: 1-2 medici, 6 infermiere, 2 tecnici.

Di grande importanza è la possibile attività cardiochirurgica, attualmente eseguita in piccola parte in Italia, all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino. Alcune patologie che necessitano di operazioni senza circolazione extracorporea potranno essere trattate al MAS CHILDREN (Dotto di Botallo, Coartazione Aortica, Shunt Sistemico-Polmonari etc.).


IV° Fase – Insegnamento (operativo dal settembre 2016)

Nel primo anno di attività sono previste 10 missioni chirurgiche internazionali. Un insegnamento formale di uno o due chirurghi del Somaliland inizierà immediatamente nell’ambito di una scuola di specialità organizzata dall’Università di Hargeisa col supporto della Facoltà di Medicina dell’Università di Torino. Gli specializzandi si prenderanno cura dei pazienti e resteranno in contatto con i gruppi internazionali. Prenderanno lezioni teoriche e pratiche dai gruppi internazionali e parteciperanno a lezioni informatiche organizzate dall’Università di Torino. Ulteriori lezioni di specialità saranno organizzate con chirurghi universitari di Hargeisa.

In una seconda fase la scuola di specialità sarà aperta a studenti esterni (Somalia, Etiopia, Eritrea, Gibuti), a pagamento, per aiutare l’auto sostenimento del sistema.