La salute vien mangiando

CIAI - Centro Italiano Aiuti all'Infanzia

PICCOLO FRATELLO
  • Scuola
  • Sanita
  • Assistenza
  • Ricerca
  • Diritti
bambini aiutati 1500
  • Finanziato
  • In corso
  • Realizzato
30.000€ Contributo della Fondazione

Obiettivo. In Etiopia circa il 44% dei bambini etiopi soffre di malnutrizione cronica. Il progetto ha lo scopo di promuovere il diritto alla salute e ad un’alimentazione adeguata per 1500 bambini tramite il coinvolgimento e la partecipazione attiva delle famiglie e della comunità.

Con il progetto “La salute vien mangiando”, vincitore del 3° premio della seconda edizione del bando “Nutri-Amo il futuro”, aiutiamo 1500 bambini etiopi malnutriti che vivono nell’altipiano del Gamo Gofa, in villaggi rurali e nelle strade della città di Arba Minch, lontani dalle proprie famiglie perché migrati in cerca di migliori prospettive di vita o perché vittime dei trafficanti.


CIAI intende puntare sul legame tra nutrizione e scuola, nel tentativo di creare un circolo virtuoso e coinvolgendo attivamente le famiglie e la comunità nella lotta alla malnutrizione.


Punti principali dell’intervento:


– Costruzione di due refettori, per fornire ai bambini uno spazio accogliente dove poter consumare i pasti durante l’orario scolastico. I pasti non verranno preparati presso le scuole ma, per favorire un maggior coinvolgimento e una maggiore consapevolezza delle famiglie, si provvederà a fornire ai genitori sementi e materie prime per coltivare ortaggi e altri prodotti agricoli con cui preparare i pasti ai propri figli. Essi verranno inoltre formati sulle tecniche di coltivazione degli ortaggi, in modo da massimizzare la produzione del proprio orto. A ciascun bambino verrà poi fornita una lunch box per trasportare il pranzo da casa a scuola, in modo che il cibo si conservi in maniera adeguata.


– Sensibilizzazione delle comunità, attraverso incontri periodici sull’importanza di un’alimentazione adeguata;


– Creazione di orti scolastici nelle scuole di Ello e Garbansa Ayche con il coinvolgimento dei membri delle associazioni di genitori che verranno formate sulle tecniche di coltivazione. La produzione ottenuta verrà destinata alle mense scolastiche e in parte donata alle mamme in qualità di compenso per il lavoro prestato;


– Attivazione di un servizio di fornitura di pasti nella città di Arba Minch. Il servizio verrà gestito da un gruppo di donne che formeranno una cooperativa a cui verrà affidato un piccolo prestito iniziale che permetterà loro di avviare la produzione dei pasti e avviare un piccolo servizio di fornitura pasti in città. Ai bambini di strada che si iscrivono e frequentano la scuola i pasti saranno distribuiti gratuitamente.


– Creazione di un sistema di monitoraggio della frequenza scolastica dei bambini di strada che verrà effettuato grazie al coinvolgimento di volontari e degli insegnanti. Al termine dell’anno scolastico i bambini che avranno ottenuto il rendimento migliore verranno premiati con materiale scolastico, questo sistema di premiazione servirà per stimolare altri bambini a seguire il buon esempio.