Un futuro per i bambini Mushar

Fondazione Fratelli Dimenticati Onlus

PICCOLO FRATELLO
  • Scuola
  • Sanita
  • Assistenza
  • Ricerca
  • Diritti
bambini aiutati 1500
  • Finanziato
  • In corso
  • Realizzato
5.000€ Contributo della Fondazione

Obiettivo. Contribuire al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione di etnia Mushar, nei villaggi di Bharawal e Chakarghati, nel Nepal sud-orientale: garantire l'accesso all'istruzione ai bambini che vivono in condizioni di estrema povertà, in modo che possano acquisire competenze utili a migliorare la propria vita e le condizioni della propria famiglia.

CONTESTO


Fratelli Dimenticati è presente in Nepal dal 1997 con un progetto volto a favorire lo sviluppo della popolazione di Bharawal e Chakarghati (Eastern Region), due piccoli villaggi situati nella parte sud-orientale del paese. Gli abitanti appartengono in prevalenza all’etnia Mushar, una popolazione indigena particolarmente discriminata e abbandonata dalle politiche governative. La principale attività economica è l’agricoltura che, tuttavia, presenta un carattere esclusivamente di sussistenza.

L’alto tasso di analfabetismo contribuisce ad aggravare questa situazione, rendendo molto difficile la ricerca di un’occupazione qualificata che garantisca un reddito adeguato e una vita dignitosa. Pochi fra i bambini più poveri di Bharawal e Chakarghati hanno la possibilità di frequentare la scuola. I genitori, essendo per la maggior parte analfabeti, non sempre comprendono la reale importanza dell’istruzione. D’altra parte, le scuole pubbliche nepalesi offrono un livello di qualità estremamente basso: le classi sono sovraffollate, gli insegnanti sono spesso assenti o in numero insufficiente e la preparazione fornita agli studenti risulta il più delle volte incompleta. L’unico modo per ricevere un’istruzione che sia realmente di qualità è frequentare una scuola privata. Tuttavia, le rette delle scuole private sono spesso esorbitanti accessibili solo alla parte più ricca della società.


La più grande sfida per il Nepal oggi è quella di essere in grado di fornire educazione di qualità ad un prezzo accessibile a più del 40% della popolazione che cade al di sotto della soglia di povertà.


PROGETTO


Il progetto che Fratelli Dimenticati sta realizzando si configura come una soluzione alla terribile situazione della popolazione Mushar di Bharawal e Chakarghati. L’assunto di base è che solo garantendo a tutti i bambini l’accesso all’istruzione si può promuovere un reale cambiamento sociale. Solo studiando e formandosi professionalmente i giovani Mushar possono acquisire quelle competenze utili a trovare una buona occupazione e migliorare lo status sociale della propria famiglia. Il progetto inoltre vuole fare in modo che venga garantito il benessere fisico e psicologico dei bambini per tutto il periodo in cui frequentano la scuola, prevenendo l’insorgere di malattie, fornendo cure mediche e alimentazione adeguata e offrendo un luogo accogliente in cui vivere ai bambini orfani o con situazioni familiari difficili.


La Morning Star School di Bharawal e di Chakarghati è stata pensata, voluta e costruita dalla Fondazione Fratelli Dimenticati nel 1999 e da allora opera sotto l’attenta supervisione dei padri salesiani.


Nell’anno 2014 il progetto si è articolato in tre azioni principali:


-Educazione formale presso la Morning Star School di Chakarghati e Bharawal


La Morning Star School è un istituto scolastico privato che accoglie 1500 bambini e ragazzi dalla scuola dell’infanzia fino alla classe decima. Con la quota di finanziamento del progetto si coprono le spese per i salari degli insegnanti, oltre alle spese per l’acquisto dei libri, del materiale didattico, delle uniformi e di tutto quello che può essere necessario allo studio. La scuola inoltre mette a disposizione degli studenti un medico qualificato.


-Mensa scolastica


Il progetto prevede anche una mensa scolastica attiva tutti i mesi dell’anno e rivolta ai bambini che abitano nei villaggi lontani e più poveri. La volontà di attivare un servizio mensa è nata dalla constatazione che molti bambini arrivavano a scuola con sintomi tipici della malnutrizione.


-Case Famiglia


Il programma è rivolto a tutti i bambini rimasti orfani, con situazioni familiari problematiche o con genitori che non sono in grado di provvedere al loro sostentamento. Il progetto originario prevedeva la costruzione di un ostello in cui i bambini potessero alloggiare. Nell’attesa che venissero raccolti i fondi necessari, alcune famiglie del luogo si fecero carico di occuparsi di alcuni bambini della scuola in situazione particolarmente disagiata. Con questo esempio positivo davanti agli occhi si è deciso di abbandonare la costruzione degli ostelli, proponendo invece agli abitanti del luogo di avviare un programma strutturato di Case Famiglia. Il programma prevede che ogni famiglia possa ospitare fino ad un massimo di 8 bambini e che riceva un contributo mensile di € 27,7 per ogni bambino (che sale a 30 € se il bambino è orfano). Ad oggi, 9 famiglie ospitano regolarmente 45 bambini indigenti ricevendo in media circa 315 € all’anno.