Clinica per mamme e bimbi in Madagascar

CARITAS CHILDREN ONLUS

PICCOLO FRATELLO
  • Scuola
  • Sanita
  • Assistenza
  • Ricerca
  • Diritti
bambini aiutati 2400
  • Finanziato
  • In corso
  • Realizzato
Contributo della Fondazione

Obiettivo. Il progetto prevede la costruzione di una piccola maternità nel villaggio di Vohemar nel nord del Madagascar per assistere le donne in attesa e i loro bambini per integrare l'ambulatorio esistente

Nel distretto di Vohemar esiste un ambulatorio che lavora ormai da 20 anni al servizio dei più poveri.


Questo presidio medico non soddisfa più il bisogno della popolazione del villaggio e di quelli vicini (circa 170.000 persone) soprattutto per quanto riguarda le donne in attesa, perché non esiste un reparto pediatrico e di maternità. Esse sono costrette a partorire in casa, in condizioni igieniche molto precarie, con un grande numero di decessi infantili e materni, proprio a causa di infezioni contratte all’occasione del parto. Non si contano inoltre in numero di decessi di mamme e bambini nei casi in cui sarebbe necessario un parto con taglio cesareo, cosa che si avvera chiaramente impossibile da praticarsi senza un ricovero sanitario in una clinica specializzata.


I bambini attualmente sono ricoverati nella stesse camere degli adulti, facilitando così l’insorgenza nei bambini di nuove infezioni batteriche e virali.


Si rende quindi necessaria la costruzione di una struttura per integrare quella che già esiste e per dare un servizio sanitario dignitoso e più specializzato a pazienti quali i bambini e le donne partorienti.


Gli abitanti del villaggio e i padri redentoristi che lavorano al loro servizio ormai da tempo cercano da tempo un finanziamento per la realizzazione di questa nuova mini-clinica.


La creazione di questa struttura libererà dei posti per adulti nel presidio medico già esistente sul posto.


La missione dei Padri redentoristi si impegna già da tempo a formare del personale medico specializzato per gli ambulatori che possiede nell’isola. Attualmente, in questi presidi sanitari, vi lavorano 15 persone, tra personale medico e paramedico.


La stessa missione si occuperà di trovare il personale medico specializzato per la gestione e l’attività della clinica, sia sul posto, sia creando una rete di medici missionari provenienti dall’Italia, grazie alla collaborazione con i volontari italiani già impegnati nei “gruppi di sostegno alla missione redentorista”.


La missione di Vohemar è inoltre proprietaria di un terreno sul quale dovrebbe nascere la mini-clinica. Esso ha un’estensione di 40 are 16 centiare e può procurarsi altro spazio annesso in caso di necessità. Sul luogo è inoltre presente un sistema di rifornimento elettrico e l’acqua corrente fornita da due pozzi e un serbatoio di 3000 litri con pompa elettrica.