80 bambini salvati con #GivetheBeat 2018

#GivetheBeat_sito_1000x545 OK

Per il secondo anno consecutivo abbiamo sostenuto, insieme ai nostri volontari, la campagna #GivetheBeat di Mission Bambini per salvare la vita di 80 bambini cardiopatici, nati nei Paesi più poveri al mondo.

LE CARDIOPATIE INFANTILI NEL MONDO
Ogni anno nel Mondo nascono 1 milione di bambini affetti da malformazioni congenite al cuore. Circa l’80% nasce nei Paesi poveri: senza accesso a cure mediche e chirurgiche tempestive, metà di loro è destinata a non raggiungere il primo anno di vita. In 13 anni Mission Bambini ha salvato 1.861 bambini attraverso un’operazione cardiochirurgica, ne ha visitati 14.935 e ha offerto una formazione gratuita a 312 medici locali.

DA ANNI A FIANCO DI MISSION BAMBINI
A dicembre 2015 abbiamo finanziato e partecipato alla prima missione operatoria in Cambogia, a Siem Reap. Alla missione ha preso parte anche il Presidente Esecutivo, Sara Doris, insieme ad alcuni collaboratori e Clienti di Banca Mediolanum. Così è nato un grande amore per il programma “Cuore di bimbi” e dall’anno scorso abbiamo deciso di impegnarci per raccogliere fondi con #GivetheBeat e finanziare le missioni salva-vita: insieme, nel 2017, abbiamo raccolto 84.410 euro, cui abbiamo aggiunto una donazione supplementare di 20.000 euro e alcuni dei nostri volontari hanno potuto prendere parte alle missioni in Myanmar, in Zambia e nuovamente in Myanmar.

Anche quest’anno, oltre a raddoppiare i primi 20.000 euro raccolti, Fondazione Mediolanum ha schierato un gruppo di “Heartbeater” che hanno dato una mano a quelli di Mission Bambini per raccogliere fondi sulla Rete del Dono; la campagna si è conclusa con un grandissimo risultato: 114.594 euro raccolti ai quali si aggiunge il raddoppio di Fondazione Mediolanum per un totale di 134.594 euro con i quali sarà possibile salvare più di 80 bambini con gravi cardiopatie nel corso del 2019 ❤

Non solo quindi i 53 bambini ipotizzati inizialmente ma ben 80 bambini che aspettano con urgenza di essere operati e che vivono in Birmania, Cambogia, Eritrea, Etiopia, Kenya, Somalia, Uganda, Zimbabwe, ce la faranno! Grazie a tutti coloro che hanno contribuito sarà possibile provvedere all’acquisto dei farmaci, delle attrezzature necessarie e alla presenza dei medici per effettuare l’operazione.
Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e donato!

E’ possibile continuare a seguire la campagna su InstagramFacebook Twitter social con l’hashtag #GivetheBeat