Stop al fenomeno delle spose bambine insieme a COE

GAMEOVER_sito_1000x545

Il Bangladesh è ancora oggi il paese con la più alta percentuale di spose bambine di tutta l’Asia dove 1 ragazza su 2 è costretta a sposarsi prima dei 18 anni.
Fino al 15 novembre siamo a fianco di Associazione COE per dire “GAME OVER” stop al fenomeno delle spose bambine.
Il matrimonio non è un gioco!

Associazione COE con il sostegno di Fondazione Mediolanum Onlus e la collaborazione di Unione Femminile Nazionale lancia la campagna “GAME OVER” stop al fenomeno delle spose bambine in Bangladesh: insieme possiamo a sostenere l’Ong locale Dalit – fondata oltre vent’anni fa dal socio COE Lino – Swapon Kumar Das – che da oltre 20 anni, in collaborazione con Associazione COE, garantisce formazione scolastica e professionale delle ragazze a rischio per favorire la loro indipendenza ed emancipazione e diminuire la percentuale di matrimoni precoci.
Cosa puoi fare tu? Con la tua donazione potremo assicurare borse di studio e programma di sensibilizzazione per 250 ragazze e le loro famiglie.

Fondazione Mediolanum Onlus, partner della campagna “GAME OVER”, raddoppierà  i primi 25.000 euro raccolti.

COME DONARE

Con una donazione tramite bonifico bancario intestato a Fondazione Mediolanum Onlus utilizzando le seguenti coordinate:
IBAN IT68C0306234210000000417750
causale: Game Over

Inoltre, è possibile sostenere il progetto:

– con una donazione a partire da 100 € per una fotografia, numerata ed autografata, di Sara Munari dal progetto JOL. Limpido fotoreportage sull’acqua in Bangladesh. Disponibilità limitata.
– con una donazione a partire da 25 € per una coppia degli autentici braccialetti di conchiglia che le spose bambine indossano per sigillare le tragiche nozze. Indossali tu per non farli indossare a loro. Disponibilità limitata.

Per maggiori dettagli: leggi il comunicato stampa