Medici con l'Africa Cuamm

Referente
Oscar Merante Boschin

La nostra mission è

Medici con l’Africa Cuamm è la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizziamo progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo. Due essenzialmente i nostri obiettivi: migliorare lo stato di salute in Africa, nella convinzione che la salute non è un bene di consumo, ma un diritto umano universale per cui l’accesso ai servizi sanitari non può essere un privilegio, promuovere un atteggiamento positivo e solidale nei confronti dell’Africa.

Attività svolte

    Medici con l’Africa Cuamm è attualmente presente in Angola, Etiopia, Mozambico, Sud Sudan, Sierra Leone, Tanzania, Uganda con 827 operatori internazionali, 72 progetti di cooperazione principali e un centinaio di micro-realizzazioni di supporto, con i quali appoggia: 14 ospedali (2 in Uganda, 3 in Sud Sudan, 1 in Angola, 2 in Mozambico, 2 in Tanzania, 2 in Etiopia, 2 in Sierra Leone), 35 distretti (per attività di sanità pubblica, assistenza materno-infantile, lotta all’Aids, tubercolosi e malaria, formazione), 3 scuole infermieri, 2 università (in Etiopia e Mozambico).

    La strategia attuata è di rafforzamento dei sistemi sanitari e per questo realizza progetti di assistenza sanitaria a lungo termine negli ospedali, nei piccoli centri di salute, nei villaggi e nelle univeristà nei seguenti settori d'intervento: salute materno infantile, nutrizione, formazione, monitoraggio, valutazione e ricerca.

    Il Cuamm, in Sierra Leone, è rimasto anche durante Ebola (2014-2015) e ha ottenuto importati risultati a Pujehun nel contrasto all’epidemia e il miglioramento dei servizi materno-infantili. Attualmente opera in 6 Ospedali, tra cui il PCMH, la principale maternità del paese, l’unico ospedale di riferimento per le emergenze ostetriche per oltre un milione e mezzo di persone e l'ospedale di Lunsar, una struttura privata nella quale il Cuamm garantisce a tutte le mamme il parto gratuito.

Risultati raggiunti

    Dal 1950 ad oggi: 1.726 operatori, tra medici, paramedici e tecnici, hanno prestato servizio specialmente nei paesi dell’Africa sub-Sahariana, 1.073 studenti sono stati ospitati nel collegio (708 italiani e 280 studenti da 34 paesi del Sud del mondo), sono stati realizzati 165 programmi in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, Unione Europea e varie agenzie internazionali; 227 ospedali serviti; 41 paesi di intervento in Asia, America Latina, Medio Oriente e soprattutto Africa.

    Nel 2016 nei 7 Paesi d'intervento, sono stati assistiti 126.197 parti di cui 31.476 in ospedale, trattati per malnutrizione acuta 11.983 bambini con un tasso di guarigione del 65,4%, testati per HIV 87.765 pazienti e messi in trattamento ART 12.216 pazienti.

    Nel 2016 in Sierra Leone sono stati raggiunti i seguenti risultati divisi per settore d'intervento. SALUTE MATERNO INFANTILE (50.129 visite prenatali, 893 trasporti per emergenze ostetriche, 20.708 parti assistiti, 1.982 visite bambini sotto i 5 anni, 5.710 vaccinazioni); NUTRIZIONE (337 bambini), MALATTIE INFETTIVE (2.993 pazienti trattati per malaria) FORMAZIONE continua (221 persone).