Amani Ong Onlus

Referente
Gloria Fragali

La nostra mission è

Amani è un’associazione non profit che si impegna per affermare il diritto dei bambini e dei giovani ad avere un’identità, una casa protetta, cibo, istruzione, salute e l’affetto di un adulto. Dal 1995 abbiamo istituito e sosteniamo case di accoglienza, centri educativi, scolastici e professionali in Kenya, Zambia e Sudan. Da allora offriamo ogni giorno opportunità e alternative concrete a migliaia di bambini e bambine costretti a vivere sulla strada nelle grandi metropoli, nelle zone rurali e di guerra.

 

Attività svolte

    Kivulu Ndogo e Ndugu Mdogo Rescue Centres, Nairobi (Kenya). Sono il primo passo di un percorso di recupero che potrà portare i bambini di strada ad un reinserimento nella famiglia di origine o, nei casi più difficili, nei centri residenziali. I ragazzi sono liberi di frequentare i centri di prima accoglienza senza vincoli nella prima fase per riuscire ad instaurare un rapporto di fiducia con gli educatori dei centri.

    • Kivuli Centre, Nairobi (Kenya): un progetto socio-educativo e uno spazio di aggregazione multifunzionale, in cui, da un lato, i bambini trovano una casa e una risposta a tutte le loro necessità: frequentano la scuola, praticano sport o altre attività ricreative e formative, vivono come fratelli prendendosi cura l’uno dell’altro; dall'altro, vengono messe a disposizione della comunità un dispensario medico (Riruta Health Program - RHP), una biblioteca, un pozzo che vende acqua sicura a prezzi contenuti, una scuola di computer, una scuola di lingue, un campo sportivo e spazi comunitari sedi di varie associazioni di quartiere. Ci sono anche una sartoria, i laboratori artigianali dei rifugiati ruandesi e burundesi che lavorano il legno, un piccolo negozio.
    • Casa di Anita, Ngong (Kenya): casa di accoglienza dedicata alle bambine e alle ragazze di strada. Le ragazze vivono insieme a due famiglie keniane che si prendono cura di loro in un contesto di serenità.
    • Mthunzi Centre, Lusaka (Zambia): un programma socio-educativo di accoglienza residenziale. La retta scolastica e l'assistenza sanitaria sono garantite anche ai bambini e ai ragazzi che vivono nelle zone rurali circostanti. Le bambine e le adolescenti trovano risposta alle loro esigenze in un piccolo centro di Londjezani.

    • Riruta Health Program, Nairobi (Kenya) - programma sanitario integrato presso il dispensario del Kivuli Centre. Offre servizi medici di base e attività domiciliari nel quartiere di Riruta.
    • Servizio di cure mediche di base e vaccinazioni presso il Mthunzi Centre.

    Garantire ad ogni bambino la possibilità di andare avanti con gli studi, ognuno secondo le proprie capacità e le proprie inclinazioni è il nostro principale obiettivo. Tutti i bambini e i giovani assistiti dai centri di prima accoglienza e dai centri residenziali vengono prima di tutto reinseriti in un percorso scolastico. Oltre all'istruzione primaria e secondaria abbiamo istituito scuole di computer, centri di formazione etica e professionale per giovani operatori del sociale e borse di studio per gli studenti più meritevoli.

    Il modo più efficace per combattere la povertà e prevenire il fenomeno dei bambini di strada è quello di offrire ai ragazzi ospitati nei centri di accoglienza residenziale delle opportunità concrete, garantendo loro attività di impresa sociale e avviamento professionale. Lo scopo è quello di renderli indipendenti e far sì che riescano a contribuire alla crescita della loro comunità.

Risultati raggiunti

    I centri di prima accoglienza possono ospitare fino a 50 bambini in struttura (in reach) e seguirne fino a 200 "outreach" (bambini non presenti in struttura, ma seguiti all'esterno). Nel 2015 i bambini ospitati erano così divisi:
    • in reach: 26 a Ndugu Mdogo Kibera + 13 a Kivuli Ndogo, Satellite, per un totale di 39 bambini.
    • outreach: 40 a Ndugu Mdogo + 26 Kivuli Ndogo, per un totale di 66 bambini.

    • Kivuli Centre: capacità di ospitalità - 60 bambini. Nel 2015 il centro ha ospitato: - bambini in reach (che vivevano al centro): 45; - bambini outreach: 46
    • Casa di Anita: può ospitare fino a 35 bambine. Nel 2015 nella casa di Anita erano presenti: - 24 bambine in reach - 19 bambine outreach
    • Mthunzi Centre: capacità di ospitalità: 60 bambini Nel 2015 i bambini presenti al centro erano: - 37 in reach - 14 outreach - 23 bambine al centro di Londjezani.

    All'interno del Riruta Health Program sono inserite 330 persone (gran parte sieropositivi e malati terminali) che non possono raggiungere il dispensario e alle quali il RHP assicura visite domiciliari settimanali. Durante le visite vengono verificate le loro condizioni di salute, vengono consegnate loro medicine e pacchetti alimentari (che spesso vanno a sostegno dell'intera famiglia). Molta attenzione viene dedicata al lavoro di informazione e prevenzione sull'HIV/AIDS.

    • In Kenya sono presenti due scuole di computer (Shalom IT Centre e Andrew's Computer School) che offrono corsi di informatica a diversi livelli, da quello base a quello più avanzato, corsi di programmazione, web design e network technologies. In Zambia, il Mthunzi Technology Centre con 12 postazioni fisse e alcuni computer portatili, offre corsi di informatica dal livello base a quello avanzato, servizi di connessione internet, scanner, fotocopie e fax per i membri della comunità e delle zone circostanti;
    • Borse di studio Basadonna: per l'anno accademico 2015/2016 hanno beneficiato del programma due studenti di medicina e uno studente di Amministrazione e Finanza a Nairobi, e uno studente di Medicina a Lusaka.

    Su iniziativa di alcuni ex ragazzi di strada che hanno concluso i loro percorsi nei centri di accoglienza, sono nate due associazioni:
    • MOBA (Mthunzi Old Boys Association) a Lusaka: lo scopo è quello di continuare a sostenersi a vicenda anche fuori dal Mthunzi Centre, aiutandosi reciprocamente nei percorsi di lavoro/studio.
    • KOBWA (Koinonia Old Beneficiaries Welfare Association) a Nairobi: con l'obiettivo di instaurare un dialogo costante e continuo con gli educatori sulle sfide  Tramite i KOBWA Amani vuole sostenere l’avvio di piccole imprese sociali che contribuiscano a rendere autonomi i beneficiari dei progetti di accoglienza ormai adulti e dar loro opportunità concrete di auto-sostentamento.
    • Shalom House: è una struttura polifunzionale composta da un B&B, uno spazio ricevimenti, la scuola Diakoinia Institute. Ospita inoltre gli uffici di ONG e Associazioni impegnate in attività di promozione e sviluppo in Africa. A Shalom House lavorano membri della comunità di Koinonia e alcuni ragazzi cresciuti con Amani.